-News

Cancellati gli show a Rimouski e Syracuse

Altri due show sono stati cancellati a causa di problemi di salute.
Oltre a quelli di Quebec e di Saint John, la band non parteciperà al Las Grandes Fetes Telus a Rimouski il prossimo 19 luglio e neanche al Krockathon a Syracuse il 21.

Rise Against and Three Days Grace sostituiranno la band a Las Grandes Fetes Telus mentre i biglietti del Krockathon verranno rimborsati.

Tiziana

Annunci

Cancellati gli show di Quebec e Saint John

La band ha appena diramato questo comunicato sul proprio sito.

“A causa di un problema di salute siamo costretti a cancellare i nostri show a Quebec City e Saint John. Ai nostri fan vogliamo dire che siamo dispiaciuti per questo e non vediamo l’ora di rivedervi la prossima volta.
Gli Alexisonfire ci sostituiranno al Festival d’ètè di Quebec. I biglietti per Saint John saranno rimborsati nei negozi di acquisto e l’Heavy Montreal ha generosamente offerto uno sconto per ogni possessore di biglietto che deciderà di venire a vederci il 29 luglio. 20$ in meno per il biglietto giornaliero e 35$ in meno sul biglietto per il weekend intero.”

Giada

Matt ospite di Wikipedia: Fact or Fiction

Matt è stato l’ ospite speciale della prima puntata della nuova stagione di Wikipedia: Fact or Fiction. Il format ideato da Loudwire è molto interessante: vengono raccolte piccole curiosità presenti sulla famosa enciclopedia online e viene chiesto direttamente ai protagonisti se quanto riportato è vero o meno. Da questa chiacchierata scopriamo che molte cose pubblicate sono corrette ma molto altre sono completamente false o riportate in modo incompleto. Facciamo un sunto delle notizie più interessanti e iniziamo con una serie di smentite: Matt è nato a Fountain Valley e non ad Huntington Beach, non sa suonare il clarinetto e la sua carriera da cantante non è iniziata molto presto; afferma infatti di aver studiato chitarra cosa che ha aumentato la sua passione verso il genere rock e metal come riportato sul sito, ma non voleva assolutamente diventare un cantante, è stato quasi obbligato poiché era l’ unico in grado di farlo nella sua prima punk rock band. Veniamo poi a scoprire che è vero che è un grande fan dei Guns ‘n Roses e che hanno preso ispirazione da Slash per i nomi d’arte della band; che Sounding the Seventh Trumpet è stato registrato con un budget di soli 2000 dollari e che Jimmy ha completato tutte le parti di batteria in una sola sessione in studio come si era prefissato. È vero anche che per errore era stato rilasciato su Amazon una preview di Nightmare quattro giorni prima che la band rilasciasse ufficialmente il singolo e che abbia deciso di abbandonare lo scream più o meno dopo la pubblicazione del primo album ufficiale (come già detto anche in altre interviste afferma che ha trovato più stimolante e coinvolgente aggiungere melodia nelle loro canzoni, è stata una naturale evoluzione per la band. Ha preso ispirazione da grandi cantanti di band power metal euoropee come Blind Guardian e Sonata Arctica).  Matt racconta anche un piccolo aneddoto su A Little Piece of Heaven (canzone composta da Jimmy ispirato da una puntata del Broadway Show Tunes e da Danny Elfman) che doveva far parte di un EP della band a tema Halloween, ma quando la Warner loro etichetta del tempo, l’ ascoltò per la prima volta furono convinti a inserirlo nel cd completo poiché era da pazzi lasciare fuori un brano come quello; dovettero così rinunciare al loro progetto originale. L’ultima Fact or Fiction invece riporta una piccola inesattezza: Nightmare doveva essere si essere un concept album, idea accantonata dopo la morte di Jimmy, ma The Stage non è il primo concept album ufficiale degli Avenged Sevenfold poiché non c’ è la storia di un personaggio che si svolge attraverso i vari brani (Matt preferisce definirlo come un album concettuale che narra della natura umana e del suo rapporto con intelligenza artificiale e esplorazione dello spazio).

mshadowsloudwirewikiff

Potete ascoltare questi e molti altri aneddoti nel video completo che trovate qui sotto. Dategli uno sguardo, è molto interessante!

Mario

Intervista di Guitar Interactive a Brian

Questa intervista risale alla data inglese del Download Festival di quest’anno.

La nostra Camilla l’ha riassunta per noi:

Brian spiega che per la band è davvero fantastico poter essere di nuovo headliner al Download Festival. La prima volta è stato grandioso, ma la seconda ha tutto un altro sapore. Si tratta di uno dei festival più importanti del loro tour e per loro è un grande onore prenderne nuovamente parte.

Per Brian questo è un periodo di grandi impegni: oltre al tour, si sta anche dedicando alla gestione del side project della Synyster Gates School. Si tratta di un progetto molto emozionante a cui ha lavorato per 6-7 insieme a suo padre ed entrambi sono molto orgogliosi della community che si è creata.  L’obiettivo della scuola è quello che colmare le lacune imparando online, interagendo con utenti di qualunque livello, anche principianti, e richiamando l’attenzioni su coloro che si sono impegnati di più. Tutti possono imparare da tutti. Lo stesso Brian continua a studiare e a mettersi in gioco con armonizzazioni, modulazioni e via dicendo, nonostante il suo livello avanzato… anche se, ironicamente, da quando è stata avviata la scuola lo sta facendo di meno. A volte gli piacerebbe sedersi sul divano e mettersi a strimpellare come faceva un tempo. La scuola è gratuita, tutto quello che bisogna fare è andare sul sito syngates.com, iscriversi e seguire i video. Il sito è strutturato un po’ come un social network. Un’altra cosa di cui è molto felice è che all’interno della community si è creata una bellissima atmosfera. Brian non ha nessuna tolleranza per il bullismo ed è lieto di non aver dovuto rimuovere nessun utente e che tutti possano caricare i video con i propri progressi senza timore di essere giudicati, ma con la consapevolezza di ricevere solo critiche costruttive. Per cui non abbiate paura di esporvi perché verrete aiutati.
Sono già passati un paio di anni dall’ultimo disco e, solitamente, dopo questo lasso di tempo ne arriva un altro. Quando gli viene chiesto quando uscirà il prossimo album, Brian sorride e dice che spera che accadrà presto, anche se a essere onesti non hanno ancora iniziato a lavorarci. Negli ultimi due anni sono stati quasi sempre in tour e solitamente non gli piace mischiare il tour con la scrittura. Ciò non significa che non hanno idee o che non hanno iniziato a mettere insieme qualcosa di utile per un nuovo album e per il processo di scrittura, ma il 90% della loro attenzione è focalizzato sul tour e sulla sua riuscita.
“Se potessi essere il chitarrista di una qualsiasi band, passata o presente, che non siano gli Avenged, con chi ti piacerebbe suonare?” Per quanto riguarda il modo di suonare, Brian non ha dubbi, gli piacerebbe  prendere il posto di Dimebag Darrell [Pantera] e poter riprodurre il suo sound; dal punto di vista della scrittura e della composizione, gli piacerebbe essere un membro dei Beatles, sedersi accanto a Paul McCartney e John Lennon per una ventina di minuti e vederli comporre.

Parlando invece della sua strumentazione, Brian spiega che purtroppo non vende e non usa più gli amplificatori della Schecter e ha preferito passare agli Axe-Fx III. Il motivo di questo cambiamento è dettato solamente da un gusto personale e alla possibilità di poter ottenere un sound a suo avviso migliore. Si sta trovando molto bene con questi nuovi amplificatori, che ha usato sia per il Download Festival che per le quattro date precedenti. Per quanto riguarda le chitarre, invece, usa ancora quelle della Schecter. Recentemente ha anche lavorato con un team di esperti per realizzare una serie di pick-up, pedali e chitarre che possano essere utili a chitarristi di qualsiasi livello e li ha resi disponibili nello store della Synyster Gates School.

Per concludere si parla del modo in cui Brian componi i suoi assoli. Negli anni, il suo modo di comporre si è evoluto grazie all’esperienza, allo studio, all’ascolto di tanti stili diversi e all’improvvisazione. Ha acquisito maggiore consapevolezza di se stesso e dei risultati che vuole ottenere; anche quando suona assoli particolarmente veloci, sa esattamente quali note vuole suonare. Quando compone una canzone, un melodia o un assolo, lo ripete più e più volte e se ottiene un buon risultato finale lo deve anche ai suoi amici e compagni di band.

Di seguito il video delle varie interviste svolte al Download, i primi 12 minuti sono dedicati a quella di Brian:

Nausicaa

Nuovo contest A7X Italia per i tesserati: una copia di Metal Hammer

Cari amici, con questo di oggi diamo il via ad una serie di contest che saranno rivolti principalmente ai nostri tesserati.
Per iniziare mettiamo in palio una copia dell’ultima copia di Metal Hammer con la copertina dedicata alla band, due poster, un adesivo ed il disco di cover.

Per partecipare i nostri tesserati non dovranno far altro che inviare una mail a fancluba7xitalia@gmail.com riportando il loro nome, cognome, indirizzo e numero di tessera.
Una mail verrà estratta a sorte alla fine del contest e il fortunato riceverà il pack 🙂

Avete tempo per partecipare da oggi lunedì 2 luglio alle 18 di domenica 8 luglio.
In bocca al lupo!

Edit: vincitrice del contest Silvia M!

giada

Recap Volt Festival 30-06-2018

Ultima data europea del tour 2018. Ieri sera la band si è esibita in Ungheria in occasione del Volt Festival; si è ufficialmente concluso il The Stage World Tour.

Il concerto è stato trasmesso anche in diretta streaming. La setlist eseguita al Lővér Camping di Sopron è la seguente:

The Stage
Afterlife
Hail to the King
Welcome to the Family
God Damn
Buried Alive
So Far Away
Eternal Rest
M.I.A.
Bat Country
ENCORE: Shepherd of Fire
Unholy Confessions

Infine i ringraziamenti ai fan con una bella foto di Rafa Alcantara postata sui social della band:

Mario

Recap Madrid 28-06-2018

Penultima data europea del Tour europeo! Ieri sera la band si è esibita a Caja Magica in occasione del Download Festival di Madrid.

36373202_10155314159070583_9041577628972089344_n

34985002_10155314159080583_3774310448183115776_n

36320123_10155314159065583_9192117040150740992_n

36337549_10155314159060583_937705173055176704_n

What happens when Avenged Sevenfold and Pennywise collide in Madrid. #thestageworldtour#avengedsevenfold

📷:Rafa Alcantara

I nostri Sevenfold erano headliner del festival e la scaletta eseguita è stata la seguente:

The Stage
Afterlife
Hail to the King
Welcome to the Family
God Damn
Buried Alive
So Far Away
Nightmare
Eternal Rest
M.I.A.
Bat Country
Shepherd of Fire
A little Piece of Heaven
Unholy Confessions

Un aneddoto che ci hanno raccontato alcuni fan italiani presenti è che la band ha sforato il minutaggio a sua disposizione scusandosi con gli organizzatori. Fortunati!

Ci salutiamo con i ringraziamenti a fine serata postati sui social

36361361_10155314961815583_8704542573068288000_n

36320153_10155314961820583_2044742390987620352_n

36362017_10155314961905583_6617429255963803648_n

36376196_10155314961915583_4309571902793318400_n

Muchas Gracias Madrid! It was great to be back to headline the kick off of Download Festival Madrid. It’s been far too long since we’ve heard your voices and #GodDamn they were loud. We can’t wait to come back. #avengedsevenfold#thestageworldtour#mshadows

📷:Rafa Alcantara

Le Gallery:
The Metal Circus

Max Metal

Oscar Gil Escobar

Mario

Total Guitar e i 15 migliori chitarristi ritmici al mondo

Total Guitar ha raggruppato in un recente articolo i migliori 15 chitarristi ritmici della scena rock e metal; non poteva mancare Zacky Vee

Zacky Vengeance
Even though he doesn’t consider himself to be a particularly good guitar player, Zacky is one of the most important reasons that Avenged Sevenfold is so great. Not to mention that Synyster Gates praises his songwriting and playing skills all the time.

Anche se non si considera un chitarrista particolarmente bravo, Zacky è una delle ragioni più importanti per cui gli Avenged sevenfold sono così grandiosi. Per non citare il fatto che Synyster Gates loda tutte le volte il suo modo di scrivere canzoni e le sue abilità a suonare.

Mario

Recap Tel Aviv 26-06-2018

Riprende il tour europeo della band e quella di ieri risulta essere una data storica in quanto i Sevenfold si sono esibiti per la prima volta in assoluto a Tel Aviv, in Israele.
La band è arrivata lunedì 25, ha degustato i piatti tipici locali e nella mattinata del giorno dopo ha visitato la città35991306_10155307617505583_7071588512411156480_n

Arrived in Tel Aviv, Israel.
🇮🇱
#thestageworldtour#avengedsevenfold
📷
:Rafa Alcantara

Alcuni fan hanno incontrato la band in giro per la città…

O tramite il meet and greet organizzato da Deathbat Nation

36243821_10155310971135583_6134429779455115264_n

#DeathbatNation Meet and Greet – Tel Aviv – 06.26.18 #thestageworldtour #avengedsevenfold
📷
:Rafa Alcantara

L’ ampia scaletta eseguita alla Live Park arena di Rishon LeZion è stata la seguente:

The Stage
Afterlife
Hail to the King
Welcome to the Family
God Damn
Buried Alive
So Far Away
Nightmare
Eternal Rest
M.I.A.
Bat Country
ENCORE: Shepherd of Fire
A Little Piece of Heaven
Unholy Confessions

Ricordiamo che la data di ieri non era collocata all’interno di un festival bensì è stata una data singola e ribadiamo, prima volta in assoluto in Israele. Continuiamo e ci salutiamo con i ringraziamenti a fine serata

36224506_10155310972270583_7420004342591127552_n

36276426_10155310972285583_5771661216543932416_n

36274725_10155310972310583_5886911196438724608_n

36228178_10155310972290583_6569955462022692864_n

36235388_10155310972400583_8358205893606637568_n

Thank you Tel Aviv for all your amazing energy, participation, and passion you brought to the show tonight. Rest assured, all your voices were heard. We will be back. #WelcomeToTheFamily#thestageworldtour#avengedsevenfold
📷
:Rafa Alcantara

Le Gallery
Orit Pnini per Rockveroll

Alon Levin

AcapellunA

Ariel Efron

Live Nation Israele

Mario